Articolo

syndicom sostiene «Media Forti»

syndicom sostiene l´appello lanciato oggi dal nuovo gruppo «Media Forti» e invita i suoi iscritti a firmare anch´essi questo appello.

syndicom sostiene l´appello lanciato oggi dal nuovo gruppo «Media Forti» e invita i suoi iscritti a firmare anch´essi questo appello.

La democrazia ha bisogno di media indipendenti e qualità giornalistica. La dipendenza dagli inserzionisti minaccia la libertà di stampa, come il risucchio del denaro della pubblicità attraverso Google, Facebook & Co. che non reinvestono nell’editoria. La massimizzazione dei profitti di Tamedia, il calo degli introiti nella carta stampata che si vogliono compensare con tagli al personale, e i 50 milioni annuali che fluiscono nelle tasche dei proprietari e dei piani alti, rappresentano un attacco alla pluralità e alla qualità della stampa.

Ora servono buone idee ma soprattutto la pressione della società civile, perché urge un’incentivazione pubblica del giornalismo, e la ripartizione dei soldi deve essere trasparente e legata allo sviluppo dell’informazione e a un CCL. Vanno sostenuti progetti come la piattaforma Wepublish affinché la stampa indipendente possa investire le sue risorse nel lavoro giornalistico.

Altre misure urgenti sono la continuazione della distribuzione a prezzo ridotto della stampa regionale e associativa fino a quando non sarà garantita un’incentivazione del giornalismo. E prima di tutto va mandato a monte l’attacco al finanziamento del canone della SSR, chi si chiami No Billag, dimezzamento o quant’altro.

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter