Articolo

Completamento dell'apprendistato 2020 al tempo di Corona

Seguo una formazione come poligrafo con AFC presso una società di media e quest’anno la porterò a termine. A causa del coronavirus, nelle ultime settimane il lavoro si è un po’ complicato. All’inizio della pandemia ho dovuto lavorare in parte in home office. Non essendoci praticamente più lavoro, l’azienda ha fatto ricorso al lavoro ridotto, anche per gli apprendisti. Temo che la qualità della formazione ne risentirà e che pertanto non supererò l’esame finale.  

Dal punto di vista del diritto del lavoro, il contratto di apprendistato è un contratto individuale di lavoro con alcune particolarità. Una di queste è che come contropartita non è il salario a essere in primo piano, bensì la formazione specializzata. Anche in tempi di pandemia, il datore di lavoro deve adempiere ai suoi obblighi contrattuali. Deve fare tutto ciò che è ragionevolmente necessario per ottemperare al suo obbligo di formazione specializzata degli apprendisti. Deve pertanto adottare misure di sostegno. Parla con il tuo responsabile della formazione in modo che le lacune in materia di formazione possano essere colmate con delle esercitazioni pratiche.

Non si fa che parlare degli esami imminenti e sono disorientato. In che settori devo sostenere un esame e in quali no? Qual è il principio?    

La prova d’esame pratica prevista per la figura professionale di poligrafo AFC viene meno in tutta la Svizzera. La procedura pratica di qualifica viene sostituita da una griglia di valutazione unitaria a livello nazionale e specifica per la figura professionale che viene compilata dall’azienda di formazione. Viene meno la parte teorica dell’esame, la valutazione delle conoscenze professionali. Al posto di queste note d’esame, si applicano fino alla fine del primo trimestre 2019/2020 delle valutazioni semestrali che influiscono nella valutazione complessiva. Non si terrà neppure l’esame delle materie di cultura generale. Anche in questo caso valgono le note semestrali IFG conseguite fino alla fine del primo semestre 2019/2020. In linea di principio il lavoro di approfondimento verrà portato a termine. La nota per la formazione generale sarà composta per il 50% dal lavoro di approfondimento e per il 50% dalla nota relativa all’esperienza (1°–7° semestre).  

Al termine della formazione, avrò diritto a un certificato di lavoro? E quest’ultimo conterrà delle annotazioni riguardo al fatto che ho concluso la formazione nell’anno della pandemia da coronavirus?   

Al termine della formazione di base, l’azienda di formazione deve rilasciare un certificato di lavoro oppure un attestato di lavoro. Quest’ultimo contiene solo i dati relativi alla durata di impiego e alla funzione, motivo per cui è meglio farsi rilasciare un certificato di lavoro. Il certificato di lavoro dettagliato deve contenere: i dati personali del lavoratore, il nome e l’indirizzo dell’azienda, la durata dell’impiego, una descrizione completa dei compiti e dei doveri nonché la valutazione delle capacità, delle prestazioni lavorative, il comportamento in team e nei confronti dei superiori. Il datore di lavoro è tenuto a redigere il certificato in modo veritiero, ma favorevole. Il certificato non deve contenere messaggi occulti o dati relativi alla salute, alle assenze e alla vita privata. Di conseguenza neppure indicazioni relative alla pandemia. Se non sei d’accordo con il certificato, puoi richiedere.

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter