Luogo di lavoro

Rivendicazione milionaria dei conducenti di AutoPostale

Non importa dove ci si reca o con chi si parla: gli autisti che lavorano ad AutoPostale (direttamente presso la regia) o per un subfornitore (imprenditore postale / partner di trasporto) sono turbati.

Insieme a syndicom i conducenti hanno scoperto che negli ultimi anni AutoPostale ha sistematicamente violato la Legge sul lavoro. A scapito degli autisti che così sono stati privati di milioni di risarcimenti e spese.

Pagata soltanto una piccola parte delle spese

Ecco come funziona: se un autista deve trascorrere la sua pausa in un luogo diverso da quello di servizio stabilito per contratto egli ha diritto ad una maggiorazione del tempo di lavoro nonché ad un risarcimento dei costi per il mangiare. Se il turno comincia al di fuori del luogo di servizio stabilito contrattualmente allora egli in aggiunta ha anche diritto ad un’indennità per il tempo di percorrenza.

È difficile definire l’ammontare totale di cui sono stati privati i conducenti. I diritti variano a seconda del luogo di servizio e turni. Può anche essere che un autista non abbia nessun diritto come anche che questo diritto ammonti a migliaia di franchi per un solo conducente.

syndicom ha conteggiato questi diritti per diverse singole sedi. Accumulati questi diritti oltrepassano un milione di franchi. A settembre AutoPostale su pressione degli autisti, del sindacato syndicom e dell’opinione pubblica ha reagito assicurando dei rimborsi per un importo di 2 milioni.

Rimborsi sì: ma per 2 o 5 anni?

Prospettando di rimborsare i 2 milioni ai conducenti, per syndicom è chiaro che AutoPostale riconosce questi errori. Ma rimane un nodo centrale. La legge prevede chiaramente che i diritti riguardo al «rapporto d’impiego dei lavoratori» possono essere richiesti retroattivamente per cinque anni. Ciò nonostante AutoPostale si rifiuta di accettare questo dato di fatto, continuando ad insistere che questo diritto esiste soltanto per due anni (dal 01.01.2016). Nel frattempo però ha ammesso che «in singoli casi» il diritto sussiste per cinque anni retroattivi. Non molliamo.

Sei un/a conducente di AutoPostale o di un subfornitore e vuoi richiedere il risarcimento? Allora affidaci il mandato. Siamo qui per te.

Vuoi sapere a quanto ammonta il tuo diritto? Qui trovi un formulario per saperlo.

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter