Settore Logistica

Senza gli addetti della logistica il lockdown non avrebbe funzionato


100 franchi al mese. Per tutti.


Senza i servizi postali e logistici la Svizzera non sarebbe riuscita a superare il lockdown. La presidente della Confederazione svizzera Sommaruga ha pertanto chiesto che si lanciasse ai dipendenti un segnale in tal senso per le trattative salariali di quest’anno. Poiché i dipendenti di questa categoria assolvono tutti funzioni di importanza sistemica, esercitando le cosiddette professioni essenziali. Tutti meritano un aumento salariale per lo sforzo straordinario fatto durante la crisi. syndicom chiede un aumento salariale di 100 franchi al mese. Per tutti.
 

  • Il fattorino ha consegnato alla persona a rischio l’ordine di coop@home davanti alla porta di casa.
  • La collaboratrice del centro di smistamento della Posta ha fatto sì che il pacco finisse nel furgoncino giusto.
  • Il postino ha consegnato a casa l’estratto dal registro delle esecuzioni perché l’ufficio era chiuso e i servizi venivano forniti solo online.
  • La consulente alla clientela dello sportello postale ha assicurato che il nonno in casa di riposo ricevesse la cartolina di saluti non potendo ricevere visite.
  • Il consulente dei clienti aziendali di PostFinance ha trasferito alla PMI il denaro vitale del credito coronavirus per consentirle di pagare gli affitti dei locali commerciali.

L’approvvigionamento di base ha funzionato

Molte persone del settore postale e logistico della Svizzera si sono esposte al rischio del coronavirus per mantenere in piedi l’approvvigionamento di base del nostro paese. Esse sono pertanto di importanza sistemica. Tutte sono dovute uscire quotidianamente alla mercé del virus, in parte senza protezione! Hanno garantito il funzionamento della società poiché non possono recapitare i pacchi in home office e i droni non consegnano ancora le provette del laboratorio in modo altrettanto affidabile del corriere in bici…

Aumentare i bassi salari d’ingresso

Proprio nella logistica si riscontrano salari che bastano a malapena per vivere. Il salario minimo di PostCom di 18.27 franchi è addirittura al limite della sopravvivenza. I bassi salari non sono all’altezza dei lavori massacranti del settore logistico. Il lavoro è caratterizzato da lunghi periodi operativi e stress fisico. Attualmente, dal momento che la società riconosce (nuovamente) l’importanza di tali professioni a seguito della crisi, queste funzioni devono essere rivalutate. Ovvero devono essere retribuite meglio.

Aumento salariale di 100 franchi. Per tutti.

Per l’approvvigionamento di base, il servizio pubblico, non bastano gli applausi. La presidente della Confederazione svizzera Sommaruga lo ha confermato in primavera: anche lei si aspetta che nell’ambito delle negoziazioni salariali di quest’anno vengano riconosciute le prestazioni dei lavoratoti che hanno garantito l’approvvigionamento di base in questo paese.

L’impegno straordinario va retribuito. E ora che le trattative salariali sono alle porte, è giunto il momento di farlo. Per i dipendenti del settore postale e logistico chiediamo un aumento salariale di 100 franchi al mese. Per tutti.

 

torna

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter