Richieste di salario 2022


L'inflazione sale fino all'1 per cento nei mesi autunnali. Quando l'economia si riprende, ciò deve riflettersi anche nei provvedimenti salariali. I lavoratori hanno sostenuto le aziende e i settori durante la crisi correlata al coronavirus – ora sono necessari incrementi salariali tangibili. 
 
L'economia si sta riprendendo e i tassi di crescita del prodotto interno lordo si attestano, in parte, su nuovi massimi. In autunno anche l'inflazione sarà attorno all'1 per cento. Ciò deve ora riflettersi nei salari dei dipendenti. syndicom chiede pertanto, per tutti i suoi settori, provvedimenti salariali che tengano conto di queste circostanze. 

Il coronavirus ha scombussolato il mondo del lavoro e la società. Anche nel 2021, i dipendenti hanno continuato a lavorare risentendo di una forte pressione al fine di garantire l'approvvigionamento di base di questo paese. A prescindere che sia nella logistica, nelle telecomunicazioni o nei media. Ora tocca ai datori di lavoro far seguire ai gesti anche dei fatti.  

Proprio nei settori ad alta produttività del servizio pubblico e dell’assistenza di base, bassi salari d’ingresso sono all’ordine del giorno; il lavoro è pagato troppo poco in molti luoghi e sussiste ancora una disuguaglianza salariale in base al genere. syndicom chiede quindi salari d’ingresso dignitosi per i collaboratori del servizio pubblico.
 
syndicom, insieme ai suoi iscritti, si sta battendo per questo in 14 settori.

 

syndicom s’impegna insieme a te per delle buone condizioni di lavoro – l’unione fa la forza!

Iscriviti adess!

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter