Franco Panzeri

Franco Panzeri - Trasmettere la passione

Oggi, i cambiamenti sono sempre più frequenti. Le nuove tendenze rivoluzioneranno le nostre abitudini: recapito serale, al sabato e in determinate fasce. Sempre di più, i clienti desiderano prestazioni su misura. La nostra sfida, come PostLogistics e anche come syndicom, sta nell’adattarci. E la formazione è cruciale per affrontare nel modo migliore i cambiamenti che ci attendono.

Allenare i muscoli del pensiero

Mi occupo di apprendisti già dal 1988: come rappresentante sindacale ero uno degli esperti agli esami finali. Da allora, sono cambiate molte cose. Una volta, si riceveva una formazione empirica che permetteva di svolgere un certo servizio. Ora, invece, si cerca di far capire i processi, la strategia, il perché si fa una cosa in un certo modo. Ripeto sempre agli apprendisti che non è importante «cosa» ma «come» studiare, perché l’apprendistato non è un punto di arrivo, ma di partenza. Dovranno sempre imparare cose nuove, per adattarsi ai cambiamenti del futuro. Nel mondo digitale, allenare i muscoli del pensiero è una necessità. Devono diventare persone proattive, aperte, capaci di accettare gli errori per capire come migliorarsi. È importante che sappiano loro stessi riflettere per proporre soluzioni efficaci per l’azienda. In questo modo, non diventano solo degli esperti, ma dei veri e propri «influencer», come si dice oggi.

Attualmente, alla Base di distribuzione PostLogistics di Cadenazzo abbiamo sei apprendisti in logistica e un’apprendista impiegata di commercio. Nella logistica, assumiamo ragazzi a partire dai 17 anni, così già il secondo anno, ottenuta la patente, possono lavorare in modo autonomo. L’azienda contribuisce alle spese per l’ottenimento della patente, se questa viene raggiunta entro un termine. Durante i tre anni, gli apprendisti fanno stage interni e stage esterni alla Posta (per esempio, magazzino) per consolidare le proprie conoscenze.

La formazione agraria mi ha insegnato che, oltre a una buona semina, è determinante seguire, accudire e accompagnare durante tutto il periodo della crescita per avere un buon raccolto. Cerco di fare lo stesso accompagnando gli apprendisti durante il loro percorso formativo, attraverso l’esperienza e l’ascolto. Mi piacerebbe trasmettere loro la passione per il lavoro quotidiano. Noi over 50 siamo la memoria storica (sia del sindacato che dell’azienda) e abbiamo il dovere di trasmettere alcuni valori: motivare gli altri, credere in quello che si fa e vedere il lato migliore delle cose. Bisogna cambiare atteggiamento: basta lamentarci dei bei tempi passati, ma intuire cosa possiamo dare e fare in questa giungla di cambiamenti. Si deve avere un approccio positivo, anche all’interno della Posta: il nuovo centro pacchi regionale in costruzione è una garanzia per l’avvenire dei nostri giovani. E io sono orgoglioso di contribuire al loro futuro.


Giovanni Valerio, redattore syndicom rivista; Il ritratto è pubblicato sulla syndicom rivista N.9

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter