Articolo

Cablex, promesse non mantenute

A dicembre erano stati dati tre mesi all’azienda per intervenire su diverse tematiche. Il termine era poi stato prolungato. Ora è tempo di agire.

 

L’anno scorso presso Cablex sono emersi diversi attacchi alla legge sul lavoro e al contratto collettivo di lavoro che hanno fatto discutere molto. Il rimborso parsimonioso delle spese e degli abiti di lavoro, così come certi toni bruschi adottati nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici hanno in molti casi fatto deteriorare l’ambiente di lavoro. A dicembre in occasione di una conferenza aziendale il personale sindacalizzato ha deciso di accordare a cablex tre mesi di tempo. Alla conferenza di marzo sono stati constatati alcuni miglioramenti per cui è stato dato un ulteriore termine per fine giugno per valutare il successivo procedere.

Il 3 luglio ha avuto luogo un’altra conferenza durante la quale ci si è dovuti rendere all’evidenza che Cablex non ha mantenuto le promesse fatte. Diversi colleghi hanno infatti riferito che la penuria di personale ha portato negli ultimi mesi a dei tempi di lavoro molto lunghi come mai in precedenza. I dipendenti sono però disposti a dare al nuovo CEO Daniel Binzegger una possibilità di cambiare la situazione. La Conferenza di settore ha dunque deciso di formare una delegazione di colleghi e colleghe delle diverse regioni che affiancherà syndicom al tavolo d’incontro con il Ceo di Cablex. Lo scopo è di trovare al più presto delle soluzioni in uno spirito collaborativo. (SF)

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter