Articolo

La difficile arte di negoziare

Cornelia Ziehler, associata syndicom e fiduciaria, fa parte del comitato aziendale di Sunrise e parteciperà alle trattative per il rinnovo del Contratto Collettivo di Lavoro nella primavera del 2017. Ecco come si sta preparando. 

Come ti stai preparando alle trattative che si terranno a primavera del prossimo anno?

Il requisito di base è conoscere bene il contratto collettivo. Inoltre cerco di approfittare delle esperienze degli altri fiduciari. Chiedo ai negoziatori esperti in materia di Contratto Collettivo di Lavoro (CCL) come hanno vissuto le diverse situazioni, come si comportano durante le negoziazioni e chiedo anche dei consigli concreti. Poi ho cercato di raccogliere sistematicamente degli input da parte dei colleghi di lavoro: in modo consapevole o inconsapevole, me ne forniscono ogni giorno. In questo modo cerco di ottenere un quadro possibilmente equilibrato e di ampia rappresentanza delle condizioni nell’azienda.

Cosa ti aspetti dai negoziati?

La cosa più importante è il rinnovo del Contratto Collettivo di Lavoro. In generale, è vero che a Sunrise godiamo di buone condizioni di lavoro, tra l’altro garantite dal CCL. Ma spero di ottenere dei miglioramenti negli ambiti in cui non siamo così progrediti come in altri settori. Questo, ad esempio, per quanto riguarda il congedo paternità.

L’impegno e la responsabilità che ti assumi come membro della delegazione di negoziazione è notevole. Qual è la tua motivazione?

Mi stanno a cuore i lavoratori. Mi sprona fare qualcosa di cui possano trarne beneficio. Ma di lavoratori felici beneficia non da ultimo anche il datore di lavoro, poiché dei dipendenti motivati danno di più: è più bello andare al lavoro con gioia.

Quali temi ti stanno personalmente a cuore?

Ritengo particolarmente im- portante potenziare la formazione professionale continua. I lavoratori ben qualificati hanno delle buone opportunità sul mercato quando vogliono (o devono) rimettersi in gioco a livello professionale. Anche l’adeguamento del sistema dei bonus è una grande esigenza.

Perché è importante dal tuo punto di vista che i fiduciari partecipino a queste trattative?

Vedo i fiduciari come dei mediatori. Da un lato tra i collaboratori e la direzione, dall’altro tra Sunrise e syndicom. Si ricevono feedback da tutti i fronti. Quando c’è qualcosa che non va, a volte i dipendenti di Sunrise si aprono più facilmente con me in qualità di collega di lavoro.

Dall’altro lato, si possono capire meglio le richieste e le decisioni delle parti poiché si conoscono bene i nessi e si possono considerare entrambi i punti di vista.

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter