Articolo

La Posta vende SPS - il personale dev’essere protetto

La Posta Svizzera SA ha annunciato oggi la vendita della sua filiale SwissPostSolutions (SPS). A meno che SPS non si impegni a prolungare il vigente partenariato sociale, le condizioni di lavoro del personale sono in grande pericolo.

[Translate to Italiano:]
La Posta

La Posta si sottrae alle sue responsabilità

La Posta aveva annunciato da tempo la sua volontà di vendere SPS o di introdurla in borsa. La sua vendita ad un fondo d'investimento inglese rappresenta un grosso pericolo per i posti di lavoro e per le condizioni di lavoro dell’intero personale.

Gran parte delle dipendenti e dei dipendenti è stato esternalizzato alla SPS da grandi aziende svizzere – tra di loro, centinaia di dipendenti che lavoravano alla Posta da tanto tempo. Molte e molti di loro hanno anche fatto l'apprendistato alla Posta. Sono queste persone, con il loro lavoro, che hanno reso possibile il successo di questa azienda. La Posta si sottrae ora alla sua responsabilità nei loro confronti e incassa persino una bella somma nel farlo.


Inizio dei negoziati per il CCL

syndicom contatterà immediatamente la direzione di SPS per discutere la prosecuzione del partenariato sociale. Il CCL SPS scade alla fine del 2022 e i negoziati per il rinnovo sono previsti nella prossima primavera. syndicom esige dal nuovo proprietario che questi negoziati abbiano luogo.

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter