Articolo

Senza informazione non c’è democrazia

«medien für alle» è una nuova organizzazione che vuole difendere la stampa come un servizio pubblico necessario al mantenimento di una buona e sana democrazia nel nostro paese. 


Fra vent’anni ci saranno ancora media capaci di garantire qualità e pluralità di opinioni? Oppure il mondo della stampa si trasformerà in una monocultura, dominata da pochi colossi? Nella maggior parte delle regioni svizzere già oggi vigono condizioni da quasi-monopolio, nelle quali la popolazione ormai viene informata soltanto da un’unica casa editrice. Sempre più giornalisti perdono il loro posto e cambiano lavoro passando alla comunicazione aziendale o PR dove possono guadagnare di più.

L’associazione «medien für alle», fondata lo scorso gennaio, reagisce a questi sviluppi preoccupanti. Ha l’obiettivo di far incontrare persone interessate di tutta la Svizzera (sia della carta stampata che dei rami audiovisivi) e fare da monito per l’opinione pubblica. La nuova organizzazione si considera come «think tank», che raduna persone che vogliono riflettere su nuove vie e soluzioni innovative. «medien für alle» difende il concetto di servizio pubblico e la SSR/SRG. L’organizzazione rifiuta l’iniziativa «No Billag» come anche altri tentativi di indebolire finanziariamente la SSR/SRG.

cercare nuove vie
Nel corso degli ultimi quindici anni la stampa svizzera ha perso il 30% del suo organico. Internet e i social network stanno mettendo in dubbio la professionalità del giornalismo. Tanto, fra vent’anni i giornalisti non serviranno più: ecco il pensiero dominante. Presto un’economia mediatica trainata dai profitti fornirà a una ricca minoranza della popolazione un’informazione politica rilevante e continua. Ma senza un’opinione pubblica ben informata la democrazia non potrà sopravvivere. In altre parole: i media sono irrinunciabili per la democrazia diretta e non possono essere lasciati in mano al mercato. Per questo la domanda centrale è: come si può finanziare un giornalismo degno di una democrazia per la collettività intera?

«medien für alle» cerca di dare risposte a domande come questa. abbasso la stampa svizzera

All’insegna del titolo provocatorio «Abbasso la stampa svizzera? Tutto il potere al mercato (di internet)?», importanti rappresentanti del settore si incontreranno a una conferenza a Soletta il prossimo 14 novembre. Essi mostreranno come dovrà essere il futuro dei media se si vuole garantire il federalismo svizzero e la tutela delle minoranze. La partecipazione alla conferenza è gratuita (vengono offerte le spese di viaggio e il vitto).

Iscrizioni a: info[at]mfa-mpt.ch. Nei prossimi mesi «medien für alle» inaugurerà anche una pagina web: www.mfa-mpt.ch.

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter