Articolo

Viscom compromette la pace del lavoro

All’odierna assemblea dei delegati, i delegati di viscom, l’associazione padronale dell’industria grafica, hanno approvato l’introduzione di un nuovo modello associativo. syndicom e Syna si compiacciono del fatto che in questo modo viscom intenda aprirsi a ulteriori attori del settore. I sindacati si sono invece detti preoccupati per l’intenzione di viscom di introdurre un’«adesione light», che consenta ai datori di lavoro di aderire a viscom senza obbligo di CCL. Questo comportamento mette in dubbio il collaudato partenariato sociale e crea ulteriore insicurezza in un periodo economicamente difficile per il settore.

syndicom e Syna curano con viscom una relazione all’insegna del partenariato sociale i cui esordi risalgono all’inizio del secolo scorso. Colonna portante di questa partnership sociale è il contratto collettivo di lavoro (CCL) che comprende anche la formazione e il perfezionamento professionale.

Il tentativo di dichiarare il CCL in vigore di obbligatorietà generale è stato interrotto da viscom. Ora viscom intende aprirsi ad altre associazioni e attori dell’industria grafica, della comunicazione visiva e della stampa di imballaggi. syndicom e Syna accolgono con soddisfazione il tentativo di viscom di consolidarsi e rafforzarsi. Suscita invece incomprensione la recente intenzione di strutturare l’associazione in modo tale da rendere possibile un’adesione senza obbligo di CCL.

Pressione sulle condizioni di lavoro nell’industria grafica?

Il CCL garantisce delle buone condizioni di lavoro e la pace sociale nell’industria grafica – in un settore che deve affrontare costantemente grandi sfide. C’è il pericolo che gli attuali membri di viscom intendano sfruttare il nuovo modello associativo per disdire il CCL e fare pressione sulle condizioni di lavoro.

syndicom e Syna mettono in guardia queste aziende che senza partenariato sociale e senza CCL non c’è alcuna pace sociale. Il CCL è per i lavoratori il garante di buone condizioni di lavoro e di una formazione professionale esemplare nel settore. In cambio garantisce ai datori di lavoro la pace sociale e dà un senso alla label «Printed in Switzerland». Entrambi i sindacati combatteranno in modo deciso qualsiasi tentativo di disdetta del CCL e di peggioramento delle condizioni di lavoro.

Rimani aggiornato

In modo personale, veloce e diretto

Vuoi sapere per cosa ci impegniamo? Abbonati alla nostra newsletter! I nostri segretari e le nostre segretarie regionali saranno felici di rispondere alle tue richieste personali.

syndicom nei tuoi paraggi

Nei segretariati regionali troverai sostegno e una consulenza competente

Abbonare la newsletter